Cos’è il legno e a cosa serve

Come stai, oggi nel nostro post del blog vediamo: Cos’è il legno e a cosa serve.

Il legno è un materiale resistente, naturale e flessibile ottenuto da gli alberi, indipendentemente dal suo ceppo o varietà. La sua origine risale a milioni di anni fa e fin dall’antichità veniva utilizzata per la costruzione di attrezzi e ripari dai primi abitanti del mondo.

caratteristiche del legno

Esistono tante varietà di legno quante sono le specie arboree al mondo. Il legno è considerato È una materia prima abbondante, economica, rinnovabile e facile da maneggiare e lavorare. Il legno, opportunamente lavorato, può essere molto resistente al passare del tempo.

Anche, la legna è anche combustibilema quando viene utilizzato per creare ambienti, fornisce intimità e protezione, grazie al suo capacità isolante.

proprietà del legno

Le proprietà del legno possono essere suddivise in tre grandi gruppi: estetico, fisico e in relazione all’ambiente (ambientale).

proprietà ambientali

È un materiale molto ecologico in quanto estratto dalla natura. Non richiede trattamenti chimici, quindi ha un buon impatto sull’ambiente, rispetto ad esempio al calcestruzzo o al cemento.

Proprietà fisiche

È un materiale con una profonda resistenza meccanica. A seconda della varietà del legno, è difficile. Inoltre, grazie alla sua grande flessibilità, può essere piegato dall’azione del calore, della pressione o dell’umidità. Il legno ha una grande capacità isolante, sia acustica che termica, dovuta alle piccole bolle d’aria che si diffondono nel legno quando si asciuga.

proprietà estetiche

Il legno è considerato un’eccellente opzione di decorazione per il suo grande valore estetico, oltre che per la sua qualità. Essendo facilmente intagliabile, viene scelto anche per la realizzazione di vari progetti di mobili, facciate, colonne, ecc.

Articolo correlato  Cosa è acrilico e a cosa serve

Cos'è il legno e a cosa serve

tipi di legno

In base alle sue proprietà, usi e aspetto, il legno può essere classificato in base a:

violino con tastiera in ebano

  • legni pregiati: Dedicato all’arte, alla musica e all’architettura. Consentono lavori più delicati e una finitura di qualità superiore. Alcuni esempi sono i legni di ebano, acero e abete rosso.
  • legni resinosi: Sono molto resistenti all’umidità e vengono utilizzati per la fabbricazione di mobili. Alcuni esempi sono il cipresso e il cedro.
  • Legni duri: Sono utili per pavimenti, utensili e mobili. Alcuni esempi sono il noce o il rovere, in quanto sono alberi a crescita lenta e decidui; oltre ad essere resistente e alquanto resinoso.
  • legni teneri: Sono la materia prima per la carta e, grazie alla loro flessibilità, sono piacevoli da lavorare. Alcuni esempi sono i boschi di alberi a crescita rapida come salici, pioppi, acacie e pini.
  • legni prefabbricati: Sono legni sintetici, realizzati con trucioli e scarti di legno. Sono utili per la realizzazione di mobili e finiture di edifici grazie alla loro durata e flessibilità quando si lavora con loro.

Usi e applicazioni del legno

A causa della versatilità di questo materiale, ci sono diversi usi e applicazioni del legno. Alcuni di loro sono:

  • Costruzione: Case, scale, pavimenti, finestre, infissi e persiane.
  • Gas: La sua legna da ardere viene utilizzata per il riscaldamento o per cucinare.
  • Trasporto: Costruzione di parti di veicoli, navi, binari ferroviari.
  • Progetto: Mobili, armadi, sedie, manici per utensili, tavoli, contenitori, utensili da cucina. Cassette postali, cucce per animali, recinzioni.
  • Industria: Viene utilizzato per ottenere la polpa per fare la carta.
  • Di diversi: Materia prima per l’artigianato (bracciali, collane, orecchini e forcine per capelli), intagli e ornamenti vari.
Articolo correlato  Cos'è l'argento in metallo e a cosa serve

materiali in legno

Poiché il legno è un materiale così nobile, dà origine alla fabbricazione di vari sottoprodotti che ne derivano, come ad esempio:

  • Carta: Dalla lavorazione del legno si ottiene la cellulosa che, insieme a vari processi chimici, finisce per diventare carta.
  • Compensato: Con diverse fibre di legno si realizzano materiali più resistenti e spessi, utili come materiali da costruzione.
  • Conglomerati: Con il legno di scarto – segatura e trucioli – si realizzano conglomerati di diverse dimensioni che vengono poi utilizzati come isolanti e anche come materiali da costruzione.

legno di plastica

Per vari motivi, oggi se ne usa molto di più legno artificiale (sintetico), che è più resistente del legno stesso. Questo legno artificiale è noto come conglomerato e/o compensato e viene utilizzato nella progettazione, nella costruzione e persino come materiale isolante negli studi di registrazione musicale o nelle stanze che devono essere acustiche e insonorizzate. Attualmente è anche utilizzato legno di plasticache sembra proprio legno, ma è realizzato con plastica riciclata, rendendolo una risorsa sostenibile.

    Guarda il seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto