Cos’è il blocco motore e come funziona

Nel nostro post del blog www.progettosani.it vediamo: Come funziona un blocco motore.

Il blocco motore (noto anche come blocchi qualunque monoblocco e blocco cilindri) è il corpo di un motore a combustione interna, al suo interno troveremo tutte le parti del motore, è lì che si genera la combustione stessa, e lì si genera la potenza che muoverà l’auto.

Anche se sbagliato, è quello che viene comunemente chiamato un motore. Il tipo di motore Dipenderà dal numero e dalla disposizione dei suoi cilindri, che possono essere un motore in linea (o lineare, tra 4 e 6 cilindri), un motore a V (tra 2 e 12 cilindri) e, infine, un motore opposto.

Che cos’è il blocco motore di un’auto

Il monoblocco o blocco motore è una parte dell’auto che viene fusa in alluminio o ferro, all’interno si trovano i cilindri del motore, e anche i supporti dove poggia l’albero motore.

Il diametro dei cilindri sommato alla corsa del pistone è ciò che determina la cilindrata di un motore.

A cosa serve il monoblocco motore?

Il blocco motore serve ad alloggiare il treno alternativo formato da albero motore, bielle e pistoni. Quando si tratta di un motore che funziona con il raffreddamento a liquido, che è il più comune, all’interno del basamento sono presenti dei fori nello stampo attraverso i quali circolerà il liquido antigelo. Circolano anche altri tubolari specifici per l’olio lubrificante nel punto in cui il filtro è fissato al blocco.

Se albero a camme non è installato nella testata, quindi è presente un alloggiamento con supporti per l’albero a camme.

Il blocco dispone inoltre di aperture e collegamenti attraverso i quali vengono comandati vari dispositivi aggiuntivi; tra questi: la pompa del carburante, il pompa dell’acqua, la pompa dell’olio e il distributore (se presente) e altre parti. Inoltre, dispone di punti di ispezione in cui collegheremo sensori di ogni tipo, in base alle esigenze.

Articolo correlato  Cosa sono i fluidi in fisica e a cosa servono

Come funziona il blocco cilindri del motore?

Il blocco motore si trova nella parte anteriore, centrale, fissato al telaio tramite staffe, tra la testata e il basamento. Il suo design ha fori noti come cilindri, dove si muovono i pistoni.

La funzione del blocco è quella di dare supporto strutturale al motore, inoltre rilascia calore guidando la temperatura in tutto il corpo del blocco.

Cos'è il blocco motore e come funziona

Tipi di monoblocco motore auto

Esistono diversi tipi di monoblocco a seconda della disposizione dei cilindri o degli alesaggi. Possono essere in linea, a forma di V o piatti.

Blocco motore in linea

In questo tipo di monoblocco i cilindri sono disposti uno dietro l’altro. Sono utilizzati nelle auto di fascia media e bassa. Lo svantaggio è che quando si utilizzano molti cilindri, il motore è molto lungo e il suo utilizzo diventa impraticabile. Pertanto, i motori con 6 o più cilindri in disposizione lineare sono stati sostituiti da altre configurazioni. Attualmente il monoblocco in linea più diffuso è il 4 cilindri, anche se ci sono ancora costruttori che presentano motori a 5 cilindri in linea, come Audi o Ford; Questi motori possono avere una disposizione longitudinale o trasversale.

Blocco motore V

In questo caso, i cilindri oi fori si trovano su due file, ciascuna con metà dei cilindri. Si può dire che un motore a V è l’unione di due motori lineari che sono stati uniti ad un albero motore miso. Tra di loro c’è un angolo noto come angolo letto Possono essere realizzati da 2 a 12 cilindri, i più piccoli sono utilizzati per moto e barche. Si chiama a forma di V a causa dell’angolo che il produttore gli dà. In generale sono 120º e quelli con un blocco più largo sono 60º o 90º, ci sono anche 15º.

Articolo correlato  Come funziona un tubo fluorescente e a cosa serve

Blocco motore piatto o opposto

 Chiamato anche motore Boxer, in questo tipo di monoblocco i cilindri sono disposti su due file, ciascuna con la metà del numero totale di cilindri. La differenza è che sono montati su una sponda opposta, cioè uno davanti all’altro e collegati ad un unico albero motore. Un modo per visualizzarlo è immaginare un motore a V con un angolo di 180º, questo tipo di blocco viene utilizzato nei motori con poca altezza e molto larghi; Presenta vantaggi come un baricentro più basso e una maggiore stabilità.

Materiali del blocco motore

Il materiale con cui sono realizzati i basamenti deve permettere di stampare tutte le aperture e i passaggi necessari, oltre a sopportare le forze di trazione della testata durante la combustione e alloggiare i manicotti attraverso i quali scorrono i pistoni.

I materiali più comunemente usati per realizzare il blocco motore sono: Ghisa e alluminio. Questo è più leggero e dissipa meglio il calore, ma il suo prezzo è più alto.

Come è fatto un blocco motore passo-passo?

Sviluppo della produzione di blocchi motore: elementi importanti.

  1. Materiale del blocco motore: in passato i blocchi motore erano realizzati in ferro, ma oggi si utilizzano leghe leggere di alluminio per migliorare l’efficienza dei consumi.
  2. Stampo in sabbia: la parte unica del blocco viene creata utilizzando uno stampo in sabbia, formato da una miscela di colla, indurente e sabbia in grado di resistere al calore profondo del metallo fuso.
  3. Anime e assemblaggio: lo stampo è composto da più parti chiamate anime, che vengono assemblate per formare lo stampo completo. Alcune anime sono rivestite di talco per evitare che le particelle di sabbia aderiscano all’alluminio.
  4. Colata di lingotti di alluminio: i lingotti di alluminio vengono caricati in una benna di sollevamento e fusi in un forno a gas a 800 gradi Celsius.
  5. Riscaldamento delle canne dei cilindri: prima della colata, le canne dei cilindri vengono riscaldate con una corrente elettrica ad alta frequenza, che consente un migliore legame dell’alluminio fuso con il metallo incandescente.
  6. Colata dal basso: gli stampi vengono riempiti di alluminio fuso dal basso per evitare la contaminazione del metallo con l’ossido di alluminio, che si forma a contatto con l’aria.
  7. Raffreddamento e sviluppo del restauro: dopo la colata, gli stampi passano sei ore in un forno di restauro termico, che rompe la colla e permette la caduta della sabbia, rafforzando il metallo.
  8. Rimozione della sabbia sciolta e del metallo extra: i robot ruotano il blocco di alluminio fuso per rimuovere la sabbia sciolta e il metallo extra introdotto nello stampo per compensare il ritiro del 7% che si verifica durante la solidificazione dell’alluminio liquido.
  9. Finitura iniziale del metallo: strumenti guidati da PC eseguono una finitura iniziale del metallo, lasciando il blocco motore praticamente finito.
  10. Ispezione e finitura finale: la fabbrica di motori che acquista i blocchi esegue la finitura finale e installa le parti del motore. Un sistema di visione automatica ispeziona ogni singolo blocco prodotto per garantire qualità e durata.
Articolo correlato  Cos'è la benzina e a cosa serve?

Altre informazioni nel seguente video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto