Esempi di materiali elettrici superconduttori, tipi e caratteristiche

Ciao, benvenuto nel nostro blog, nell’articolo di oggi vediamo: Esempi di materiali elettrici superconduttori, tipi e caratteristiche.

Il materiali superconduttori Sono loro che definiscono la loro conducibilità elettrica in base alla temperatura che acquisiscono. In questo articolo ne vedremo diversi esempi.

Cos’è la superconduttività?

La superconduttività è un fenomeno elettrico intrinsecamente posseduto da alcuni materiali. Questi materiali conducono la corrente elettrica senza offrire resistenze o perdite di energia di alcun tipo in determinate condizioni (bassa temperatura, alta pressione, alta temperatura), a causa dell’interazione tra gli elettroni che lo compongono. Questo tipo di materiale è chiamato superconduttore, da cui derivano diversi tipi.

Tipi di materiali superconduttori

materiali superconduttori Sono classificati in base alla loro capacità di schermare completamente il campo magnetico al loro interno.che ne definirà la possibilità di utilizzo nelle applicazioni tecnologiche.

  1. Superconduttori di tipo I: Il campo critico minimo che possiedono li rende inutili per l’uso in queste aree, poiché la schermatura è impossibile.
  2. superconduttori di tipo II: A differenza del tipo I, questi superconduttori consentono una maggiore schermatura, quindi il campo magnetico entra dolcemente per provocare la conduzione di energia. Questo li rende ideali per l’uso in elettronica e tecnologia.

Esempi di materiali superconduttori

  • Carbonio: Funziona come materiale superconduttore, formando strutture organiche come nanotubi o fullereni, solo per citarne alcuni. Tuttavia, altre strutture di carbone organico come il diamante o il granito non lo sono.
  • elementi puri: Il carbonio potrebbe rientrare in questa categoria come sostanza pura. Questi tipi di superconduttori sono principalmente di tipo I, con poche eccezioni. Come esempi si possono citare il tecnezio, il vanadio e il niobio.
  • Leghe: Sostanze formate dalla fusione di due o più metalli. All’interno di questo gruppo, alcuni superconduttori sono leghe di niobio-titanio, uranio-rodio-germanio e indio-oro.
  • Alluminio e Stagno: Sono due metalli labili, molto utilizzati per la loro superconduttività a temperature critiche.
  • Stronzio e Bario: Appartengono al gruppo alcalino terroso all’interno della classificazione dei metalli e in determinate condizioni termiche si comportano come superconduttori.
  • Zolfo e Selenio: Sono due sostanze organiche che, sottoposte ad alta pressione, si comportano come un materiale superconduttore.
  • Ossigeno: È un gas che, per la sua elevata elettronegatività (tendenza ad attrarre a sé elettroni da altri atomi), è un ottimo superconduttore in condizioni di alta pressione.
Articolo correlato  Come funziona una pompa freno e a cosa serve

Applicazioni dei materiali superconduttori

I superconduttori vengono utilizzati in base alla loro capacità di produrre forti campi magnetici. Ecco perché vengono utilizzati in medicina, in settori legati alla medicina nucleare o alla radioterapia, oltre ad essere utilizzati nelle industrie come controllori di reattori a fusione.

Sono anche usati come elettromagneti per treni di levitazione, per processi di separazione magnetica, costruzione di circuiti digitali e nella telefonia per la creazione di filtri a radiofrequenza.

Caratteristiche di un materiale superconduttore

Come caratteristiche generali dei superconduttori si può menzionare questo hanno una simile attività elettronica di vibrazione che, in certe condizioni fisiche, rivelano questa capacità di non opporre resistenza al passaggio dell’energia, e quello Creano un campo magnetico dentro di sé. che, in base alle sue dimensioni, indicherà la sua fattibilità per applicazioni e usi nella scienza e nella tecnologia.

Altre informazioni nel seguente video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto