Come funziona uno stetoscopio e a cosa serve

Bene, siamo lieti di vederti qui, nell’articolo troverai: Come funziona uno stetoscopio e a cosa serve.

Sicuramente una delle tante volte che sei andato dal dottore, l’hai visto con questo strumento, lo stetoscopio è caratteristico dei medici. Questo strumento consente ai medici di ascoltare i suoni interni del corpo..

cos’è uno stetoscopio

È un strumento acustico utilizzato dai medici per eseguire un test noto come auscultazione, sul torace o sull’addome. È ampiamente utilizzato nell’esercizio quotidiano, al punto da comporre il loro abbigliamento tipico. Il nome deriva da due termini greci: estetos, che significa petto; ed escopé, che significa osservare.

Di solito è un tubo cavo e flessibile che si dirama e le cui estremità sono poste nelle orecchie del medico. L’estremità che non si separa ha un pezzo a forma di campana che poggia sul petto dell’esaminato, un pezzo con la capacità di amplificare i suoni e permettere così al medico di sentire meglio.

Esistono altri stetoscopi (diversi formati), ma nessuno si avvicina alla qualità e all’efficacia di quello tradizionale.

A cosa serve uno stetoscopio?

questo strumento aumentare i suoniPertanto, quando il medico ascolta il torace del paziente, può sentire meglio i suoni del cuore e dei polmoni. così puoi determinare in modo non invasivo se c’è qualcosa che non va in questi organi vitali.

Come funziona uno stetoscopio?

Il campana o membrana è posta sopra il corpo di paziente. è campana raccoglie e amplifica le vibrazioni che derivano dai suoni degli organi. Questo è possibile grazie alla forma della campana (concava) e allo spessore della membrana (per copiare e amplificare i suoni).

Il suono o il le vibrazioni viaggiano attraverso tubi cavi e raggiungono la punta delle orecchie, trasmettendoli alle orecchie. Il tubo è solitamente realizzato con un materiale spesso per isolare al meglio i suoni ottenuti in modo che non si perdano per strada. il dottore può ascoltare i suoni attraverso le cuffiesempre che non vi siano interferenze esterne.

Articolo correlato  Che cos'è una barra stabilizzatrice e a cosa serve?

Come funziona uno stetoscopio e a cosa serve

tipi di stetoscopio

  • Ostetricia o Pinard: È uno strumento di un pezzo a forma di campana. Sono di metallo o di legno, servono per ascoltare il battito cardiaco degli embrioni con più di 20 settimane di stagione.
  • Flessibili o stetoscopi: Sono i più occupati realizzati in materiale flessibile che consente loro di essere maneggiati meglio. A seconda della classe campana, sono: Neonatale, pediatrico e adulto.
  • elettronica: Loro sono il più attualeil primo è stato conosciuto nell’anno 2013. Amplificano meglio il suono e puoi registrarlo subito.

parti di uno stetoscopio

  • Olive: Così si chiamano le cuffie che il dottore mette nelle orecchie. Sono fatti di gomma o plastica.
  • arco in metallo: È un arco collegare le punte delle orecchie con il resto del tubo. È realizzato in metallo ed è progettato in modo che il medico possa posizionarlo sulla spalla senza causare disagio.
  • Tubo: Fatto con polivinile e misura da 30 a 40 cm. Le pareti del tubo sono realizzate per evitare che il rumore si mescoli con altri suoni.
  • Campana: è il parte che viene posta sulla persona da esaminareTrasmette suoni cardiaci e vascolari. Ha una forma concava ed è realizzato in metallo.
  • Membrana: Con lei si sentono intestini e polmoni. Si trova sul retro della campana ed è più grande.

Chi ha inventato lo stetoscopio

UN Medico francese di nome René Laënenec Fu lui a inventare lo stetoscopio nel 1816. Per realizzare uno strumento preciso che permettesse ai suoi pazienti di sentire dentro senza dover accostare l’orecchio al petto, rendendolo più igienico, più efficiente e soprattutto per motivi personali; si ragazzi, si è inventato perché si vergognava di avere un contatto diretto con così tante persone; Vi invitiamo a guardare questo video.

Articolo correlato  Cos'è il processo isotermico e a cosa serve

evoluzione dello stetoscopio

René Laënenec ha creato a dispositivo a forma di imbuto per ascoltare meglio il cuore. Questa idea rudimentale si è evoluta in a tipo di piccola tromba che amplificava il suono e che in seguito sarebbe stato conosciuto come il Pinard. Poi il medico svedese Josef Skoda sviluppa la tecnica dell’auscultazione che è attualmente utilizzato.

Differenze tra stetoscopio e stetoscopio

Non ci sono differenze tra stetoscopio e stetoscopio poiché quest’ultimo è semplicemente una specie di stetoscopio. Infatti, Lo stetoscopio è lo stetoscopio più conosciuto. (quello nell’immagine iniziale) e che i medici usano spesso nelle loro valutazioni.

Sebbene la parola stetoscopio si riferisca a qualsiasi strumento utilizzato per amplificare il suono dal corpo, lo stetoscopio è una specie di stetoscopio che ha due tubi realizzati in gomma che terminano da un lato con le cuffie e dall’altro con una campagna.

Differenze tra stetoscopio pediatrico e adulto

Il Lo stetoscopio pediatrico differisce dall’adulto solo per le dimensioni della campana. Poiché sono pazienti più piccoli, la dimensione della campana diminuisce. Il resto dello strumento è esattamente lo stesso.

Non perdetevi il seguente video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto