Come funziona un condizionatore d’aria e a cosa serve

Bene, siamo lieti di vederti qui, nell’articolo troverai: Come funziona un condizionatore d’aria e a cosa serve.

Lo sappiamo tutti, molti di noi hanno la fortuna di averlo, ma sappiamo davvero come funziona un condizionatore? Vedremo: Funziona in modo simile ai frigoriferi, cioè basato su un liquido refrigerante.. Vediamo, nel dettaglio, le parti e il funzionamento di un condizionatore.

Cos’è un condizionatore d’aria

sistema di raffreddamento multiuso (domestico, commerciale o anche in auto), la sua funzione è quella di rimuovere l’aria dall’ambiente, raffreddarla attraverso il suo motore elettrico (combinato con un refrigerante) e infine riportarla a una temperatura inferiore.

A cosa serve un condizionatore?

L’aria condizionata è usata per raffreddare o raffreddare la stanza; prendere l’aria a temperatura ambiente (solitamente alta) e dopo averla rinnovata, uscirà fredda; l’uscita dell’aria calda è sempre esterna.

Come funziona l’aria condizionata?

L’impianto di climatizzazione funziona grazie ad un gas refrigerante che circola costantemente e attraversa diverse fasi di raffreddamento. Il gas subisce una serie di trasformazioni che consentono il raffreddamento dell’ambiente in cui è installato il dispositivo.

Tutto questo avviene in un ciclo che si ripete costantemente per mantenere la temperatura del luogo. Toglie l’aria calda dall’ambiente, e sfruttando gli scambiatori di calore (principi dell’equilibrio termico), otterremo il risultato atteso.

Com’è?

  • L’aria ambiente (calda) viene assorbita, passa attraverso i tubi con un gas freddo e quando passa dall’altra parte, il gas assorbe energia termica, lasciando l’aria fredda.
  • Per completare il ciclo, abbiamo bisogno del compressore e della valvola di espansione.

NOTA: Questo funziona per entrambi condizionatore da finestra come per un aria condizionata divisa; la loro logica di funzionamento è la stessa, la differenza tra loro è l’estetica e la versatilità di dove collocarlo.

Articolo correlato  Cos'è e Come funziona l'effetto o sistema Venturi

Come funziona un condizionatore d'aria e a cosa serve

parti di aria condizionata

  • Compressore: È responsabile dell’introduzione del refrigerante nel condensatore.
  • Condensatore (nella refrigerazione): estrae calore dalla sostanza refrigerante.
  • Valvola di espansione: Controlla la pressione stabilendo una differenza di livello di pressione tra il lato alto e il lato basso.
  • evaporatore: Scambia calore assorbendo calore dall’ambiente in cui si trova, cioè si raffredda.

ciclo di refrigerazione dell’aria condizionata

per capire meglio come funziona un condizionatore d’ariaè necessario spiegare in dettaglio il ciclo che compie, che consente di rinnovare l’aria nella stanza.

  1. UN valvola di espansione regola il flusso di refrigerante liquido all’evaporatore mediante temperatura e pressione.
  2. Grazie a un’improvvisa strozzatura, la valvola lo consente caduta di pressione e temperatura.
  3. Il liquido di raffreddamento raggiunge il evaporatore con carico ridotto.
  4. A questo punto il il refrigerante si riscalda e assorbe tutto il calore dal luogo o dalla stanza in cui si trova, fino a completa evaporazione.
  5. arriva a compressore del gasdove la pressione e la temperatura aumentano e vanno al condensatore.
  6. Al condensatore, il refrigerante inizia a raffreddarsiraggiunge nuovamente lo stato liquido e viene nuovamente spinto dalla valvola di espansione, riavviando il ciclo.
  7. Il ciclo viene ripetuto fino a quando la camera raggiunge la temperatura prevista. Quando ciò accade, un termostato incluso nel dispositivo provoca l’arresto dell’apparecchiatura mentre la temperatura sale di nuovo. Il ciclo viene quindi attivato e riparte.

Come funziona un condizionatore d’aria – Infografica

Fonte: CalorYFrio.com – Grazie per l’infografica.

Tipi di aria condizionata

  • finestra: È noto anche con il nome di unitario, perché tutte le parti per farlo funzionare sono in una scatola. Ha il vantaggio di risparmiare spazio e di essere facile da installare.
  • Computer portatile: Un dispositivo che non è a parete ma può essere posizionato sul pavimento. Con tubo atto ad espellere l’aria in uscita dal cliente. Simile all’aria della finestra, questo ha tutte le parti in una scatola. Il suo funzionamento è un po’ rumoroso, ma è utile per le vacanze.
  • Divisione o divisione multipla: È un sistema che ha due set: 1 esterno Ha la valvola, il condensatore e il compressore. È lui interno che ha l’evaporatore e un ventilatore. È quello che vende di più perché fa risparmiare spazio ed è molto più silenzioso.
  • Centrale: Utile per edifici in cui tutte le aree richiedono aria condizionata. Funziona con un compressore che ha più capacità e può produrre tonnellate di aria fresca.
Articolo correlato  Che cos'è un veicolo ibrido e a cosa serve?

Differenze tra climatizzatori a finestra e split

La differenza è principalmente estetica e funzionale.. Entrambi svolgono la stessa funzione (aspirare aria, raffreddare allo stesso modo e poi emettere aria fredda grazie ad un sistema di ventilazione) ma lo SPLIT (significa ‘separato’ in inglese) ha la particolarità di essere diviso in 2 parti.

Uno Split è spesso più comodo in piccoli spazi in quanto possiamo posizionarlo in più punti (è più versatile) ma dovremo posizionare il motore da qualche parte.

Consumo aria condizionata

Consumo aria condizionata Dipende dalla tensione che ti serve.. Ci sono condizionatori da 600 W, 2000 W, 4000 W o anche di più.

dovrebbe anche tenere conto del tempo che rimane connesso. Quello di cui puoi essere certo è questo consuma molto di più di un ventilatorequindi devi essere consapevole di utilizzare questo dispositivo.

Come risparmiare sull’aria condizionata

La logica è molto semplice: l’aria condizionata si raffredda mentre il motore è acceso, quindi se fuori ci sono 35°C (molto caldo) e lo accendiamo a 16°C, è praticamente impossibile che l’aria condizionata raggiunga quella temperatura; se rimaniamo accesi per 1 ora, funzionerà per 1 ora per cercare di raggiungere i 16ºC; probabilmente in poco tempo arriverà e saremo sempre a 20 o 22 gradi.

Come risparmiare allora? Se impostiamo l’aria condizionata a 24ºC, forse in circa 15 minuti riusciamo a raggiungere quella temperatura (è più fattibile) e poi il motore si spegne, smettendo di funzionare ma seguendo il fresco dell’ambiente; forse allora devi chiamare 2 minuti ogni 10 minuti (fino all’ora) solo per riavere quel 24esimo.

IN CONCLUSIONE, se abbiamo un condizionatore a 24 gradi, il motore può stare acceso per 25 minuti (in 1 ora) al massimo (15 + 2 + 2 + 2 + 2 + 2). Se lo accendiamo a 16 gradi, può rimanere acceso per 55 minuti (in 1 ora) perché non riuscirà a raggiungere tali temperature.

Articolo correlato  Che cos'è un sistema di accensione del motore e a cosa serve?

Bibliografia

  1. Come funziona un climatizzatore – LowCostClima
  2. Come funziona un condizionatore d’aria – Vix.com/pt
  3. Infografica su parti e funzionamento di un condizionatore d’aria – CalorYFrio.com

Trova ulteriori informazioni in questo video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto