Come funziona l’immagine di risonanza magnetica

In questa sezione del nostro blog ProgettoSani ti portiamo informazioni su: Come funziona l’immagine di risonanza magnetica.

La risonanza magnetica (magnetic resonance imaging) è una tecnica diagnostica che riproduce immagini anatomiche in tre dimensioni. Questo tipo di tecnologia non è invasiva per il corpo umano, in quanto non utilizza alcun tipo di radiazione pericolosa.

Tra i suoi usi frequenti, la risonanza magnetica Viene utilizzato per rilevare malattie, monitorare trattamenti e diagnosticare varie patologie, permettendo visualizzare le immagini in 3D che facilita la visualizzazione da diverse angolazioni. Il suo funzionamento si basa su un tipo di tecnologia che rileva i cambiamenti nell’asse di rotazione dei protoni che compongono i tessuti del corpo umano.

Funzionamento e parti della risonanza magnetica

L’attrezzatura per la risonanza magnetica ha un letto e un cilindro, aperto ad entrambe le estremità, permettendo al paziente di sdraiarsi per passare al scanner. A volte, in procedure specifiche, è possibile posizionare una cornice sopra la parte del corpo umano che deve essere analizzata, al fine di creare una migliore qualità dell’immagine.

La risonanza magnetica utilizza magneti che, creando un campo magnetico, consentono ai protoni nel corpo umano di allinearsi con quel campo. Attraverso la risonanza magnetica vengono stimolati i protoni, che lottano con la forza del campo magnetico. Terminato questo processo, i sensori di risonanza magnetica consentono di localizzare l’energia rilasciata.

Per ottenere le immagini, il paziente deve ingerire a liquido di contrasto che consentirà una maggiore chiarezza in essi. Inoltre, per poter manipolare la risonanza magnetica, viene utilizzato un computer con il quale un tecnico lo aziona, situato in una stanza separata per evitare che si trovi all’interno del campo magnetico generato dal risonatore.

Articolo correlato  Come funziona un pirometro laser e a cosa serve

Una scansione può richiedere fino a tre o quattro minuti. Durante questo periodo, lo scanner emette suoni forti, che provengono dalla corrente elettrica all’interno della sirena per accenderla e spegnerla.

applicazioni di risonanza magnetica

La tecnologia della risonanza magnetica viene utilizzata per ottenere immagini dei tessuti molli del corpo. I suoi usi sono:

Come funziona l'immagine di risonanza magnetica
  • Neurologia: Viene utilizzato per diagnosticare aneurismi, tumori, ictus (CVA), disturbi del midollo spinale, lesioni cerebrali dovute a traumi.
  • Cardiologia: Viene utilizzato per monitorare l’infiammazione nelle pareti del cuore, patologie dell’aorta, controllare le dimensioni del cuore e problemi strutturali.
  • Traumatologia: Può individuare e diagnosticare infezioni ossee, tumori dei tessuti molli e ossei, lesioni articolari e anomalie del disco vertebrale, tra gli altri usi e applicazioni.
  • Chirurgia generale: È usato per diagnosticare patologie nei reni, nel fegato, nella prostata, nella milza, nel pancreas e nei dotti biliari.
  • Ginecologia: Viene utilizzato per eseguire mammografie e diagnosticare noduli e altre formazioni tumorali nel seno. Inoltre, può anche rilevare e diagnosticare malformazioni e malattie legate all’utero e alle ovaie.

    Trova ulteriori informazioni in questo video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Scroll to Top