Che cos’è un accelerometro e a cosa serve?

Bene, siamo lieti di vederti qui, nell’articolo troverai: Che cos’è un accelerometro e a cosa serve?.

UN accelerometro È qualsiasi dispositivo destinato a misurare l’accelerazione. È un sensore che serve non solo a misurare la differenza di velocità tra punti/coordinate, ma anche i movimenti rotazionali e vibratori dello stesso dispositivo; Ha un ampio uso scientifico, di ricerca e tecnologico.

Che cos’è un accelerometro

gli accelerometri lo sono artefatti o elementi che misurano le vibrazioni di accelerazione, che deriva come prodotto del movimento di qualsiasi tipo di struttura. Questa accelerazione da misurare può essere dinamica o statica.

A cosa serve un accelerometro?

L’uso degli accelerometri nella vita di tutti i giorni è ampio, potendo trovarli in strumenti di misurazione da laboratorio, telefoni cellulari e dispositivi tecnologici come tablet, analisi del movimento di pazienti in riabilitazione o movimento ridotto e all’interno del campo biologico per determinare il movimento di animali di studia.

Viene utilizzato anche come complemento in aerei, barche o nel GPS stesso; Di solito è combinato con il giroscopio, poiché l’accelerometro misura l’accelerazione di un oggetto e la direzione del giroscopio (e i movimenti direzionali); Entrambi, combinati, forniscono dati molto accurati sulla posizione effettiva di un oggetto.

Come funziona un accelerometro?

Indipendentemente dal tipo a cui appartengono, gli accelerometri hanno lo stesso meccanismo di funzionamento, in grado di misurare lo spostamento dei suoi componenti per misurare l’accelerazione. Questi componenti lo faranno molle, sensori o piastre. Quando ricevono una forza di accelerazione, in essi si genera un movimento e una variazione della loro capacità. Questo differenziale tra le capacità determinerà l’accelerazione del dispositivo misurato.



tipi di accelerometri

  • Accelerometro meccanico: Effettua la misura dell’accelerazione tramite molle ed estensimetri, dispone di un sistema di smorzamento per ridurre le oscillazioni nella misura.
Articolo correlato  Che cos'è un cuscinetto a sfera e a cosa serve?

  • Accelerometro capacitivo: Il sistema di rilevazione e misura di questo misuratore è composto da strati capacitivi interni, fissi o mobili tramite molle. Data l’accelerazione, le piastre si muovono e viene prodotto il differenziale di capacità con cui viene misurata l’accelerazione.
  • Accelerometro piezoelettrico: Il funzionamento di questo accelerometro è correlato al eleggere piezoelettrico, in cui la modifica della struttura cristallina dei materiali attraverso deformazioni fisiche genera cambiamenti nel comportamento elettrico del materiale di riferimento. Per questo, questo modello utilizza cristalli piezoelettrici che, di fronte a una variazione di accelerazione, producono una corrente elettrica misurabile per determinare l’accelerazione da misurare.
  • Accelerometro piezoresistivo: Questo modello utilizza un substrato che, attraverso a reazione del ponte di affilatura, genera un differenziale di resistenza. In questo modo si misura l’intensità della corrente e quindi l’accelerazione.
  • Accelerometro termico: in questo caso si utilizza anche un supporto specifico. silicio. Vengono utilizzati anche un resistore e due termocoppie. La resistenza provoca una bolla di acqua calda che, ricevendo delle accelerazioni, oscilla il suo movimento all’interno della cavità. Questo movimento genera uno stress misurabile come risultato del differenziale di temperatura.

Bibliografia:

    Non perdetevi il seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto