Come funzionano i circuiti della serie

Ciao, benvenuto nel nostro blog, nell’articolo di oggi vediamo: Come funzionano i circuiti della serie.

Un circuito in serie è un tipo di circuito elettrico che ha un unico percorso per la corrente. L’energia elettrica per funzionare deve successivamente toccare tutti i terminali collegati, cioè collegare il punto di ingresso con il punto di uscita dell’elemento conseguente.

I circuiti in serie hanno la caratteristica di fornire ai terminali la stessa quantità di corrente, alla stessa intensità, dotando il circuito di una grande resistenza, pari alla somma delle resistenze di ogni terminale collegato a questo circuito. Questa resistenza è sempre maggiore della massima resistenza di ciascun elemento; quindi se aggiungiamo i terminali, la resistenza aumenta.

circuiti in serie Sono particolarmente utili perché consentono di sommare la tensione e accumulare la potenza della rete, considerando i generatori. Questo è il motivo per cui molti dispositivi richiedono un determinato numero di batterie per alimentare i circuiti in modo da raggiungere la tensione richiesta.

Quali sono gli elementi di un circuito in serie?

Gli elementi che compongono un circuito in serie non sono lontani da un circuito di qualsiasi altro tipo. L’importante è come sono disposti in esso. Nel caso di circuito in serie sono:

  • terminali: sono ciascuno dei dispositivi collegati alla rete elettrica. Sono incaricati di ricevere la corrente e trasformarla nel tipo di energia necessaria. Ad esempio, se si tratta di lampadine, energia luminosa; se è un motore, energia cinetica.
  • sorgente elettrica: è l’elemento da cui ha origine l’energia che verrà successivamente trasmessa dal conduttore.
  • Conduttore: È fatto di un materiale metallico che si trova dai terminali, andata e ritorno nel circuito. È responsabile di consentire il flusso elettrico all’interno del circuito.
Articolo correlato  Che cos'è una caldaia per riscaldamento e quali sono le sue caratteristiche?

Differenze tra circuito in serie e circuito in parallelo

Una delle principali differenze tra un circuito in parallelo e uno in serie è che i loro modelli sono molto diversi, tanto che per calcolarne i valori, equazioni opposte.

La differenza principale è senza dubbio il flusso sostenuto di corrente elettrica. Perché mentre un circuito parallelo consente a ciascun elemento terminale di funzionare in modo indipendente e può continuare a funzionare se un elemento non funziona correttamente; Un circuito in serie richiede che ciascuno degli elementi coinvolti in esso funzioni correttamente, poiché lavorano in una catena.

Alcuni esempi di circuiti in serie

I circuiti in serie sono presenti in alcuni elementi, ben noti a tutti noi, e che utilizziamo nella nostra quotidianità. Alcuni esempi sono:

Come funzionano i circuiti della serie
  • Frigoriferi e congelatori
  • Pompa dell’acqua
  • luci dell’albero di natale
  • scaldabagno

    Guarda il seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto