Che cos’è un ammortizzatore e a cosa serve?

Nel nostro post del blog www.progettosani.it vediamo: Che cos’è un ammortizzatore e a cosa serve?.

Il ammortizzatori Sono una parte fondamentale nei veicoli, fanno parte del sistema di sospensione e infatti fa parte della sicurezza attiva del veicolo, poiché la sua funzione è quella di proteggere sia gli occupanti che gli altri elementi dell’auto da ogni tipo di urto, impatto e persino vibrazione.

Conosciamo le tipologie di ammortizzatori, le loro caratteristiche principali, le parti, gli utilizzi e il funzionamento generale.

cos’è un ammortizzatore

Un ammortizzatore è costituito da una parte comune e usuale in tutti i tipi di veicoli, che attraverso il suo funzionamento regola il movimento nelle sospensioni, nelle molle e nelle molle delle automobili.

Cerca di assorbire tutti i tipi di colpi, impatti e vibrazioni dal suolo, che vengono copiati dalle ruote, con l’obiettivo di un maggiore comfort di guida per gli occupanti del veicolo, oltre a proteggere tutti gli elementi del veicolo.

A cosa serve un ammortizzatore?

Indipendentemente dal tipo di ammortizzatore che è, Il suo utilizzo è per attutire tutti i tipi di auto contro i colpi e gli urti che ricevono durante la trazione.assorbendoli per impedirne il trasferimento a parti dell’auto e ai suoi passeggeri.

L’ammortizzatore, attraverso i suoi meccanismi di espansione e compressione, stabilizza la sospensione e previene la rottura di parti essenziali per il funzionamento del veicolo.

Come funziona un ammortizzatore e quali sono i suoi movimenti

Il funzionamento di questo tipo di parti si basa sul funzionamento di valvole che trasportano l’olio all’interno dei meccanismi interni del veicolo. Questo olio, circolando, genera resistenza nelle camere degli ammortizzatori, in modo da generare il controllo dei colpi e delle oscillazioni, prodotto delle sospensioni dell’auto.

Che cos'è un ammortizzatore e a cosa serve?
Articolo correlato  Cos'è l'imbragatura e a cosa serve

I movimenti eseguiti dall’ammortizzatore sono due: Espansione e compressione.

ESPANSIONE: L’ammortizzatore viene aperto dal movimento dell’olio attraverso il pistone dell’ammortizzatore, nonché i fori, le scanalature e la molla al suo interno, che controllano il flusso dell’olio. Questi componenti dell’ammortizzatore forniscono resistenza idraulicaperché attraverso questa resistenza si regola il passaggio dell’olio e, quindi, si controlla l’ammortamento.

COMPRESSIONE: E’ la procedura con cui l’ammortizzatore si chiude, viene rigenerato per mezzo delle stesse resistenze idrauliche che controllano il movimento ed il passaggio dell’olio, ma in questo caso, perché l’ammortizzatore si chiuda, il pistone deve scendere , che accade se l’olio nella parte inferiore del pistone scorre attraverso di esso.

parti di un ammortizzatore

  • Supporta: Sono le parti che collegano l’ammortizzatore al telaio, in modo da assorbire correttamente i colpi, le vibrazioni e gli urti del veicolo in movimento.
  • Cilindro idraulico o stelo: è la struttura dell’ammortizzatore che contiene l’olio o il fluido idraulico. La sua funzione è quindi quella di smorzare le oscillazioni delle molle all’interno dell’ammortizzatore stesso.
  • Doppio tubo: I cilindri sono due, uno è il tubo di compressione interno, dove il fluido passa attraverso piccoli fori del pistone, e l’altro è la riserva, situata all’esterno, che comprime l’olio dal tubo esterno. I due tubi sono collegati alla valvola che esegue la compressione.
  • albero in acciaio: Si trova all’estremità dell’ammortizzatore e funge da supporto per la struttura, fissandola al veicolo, avendo la sua funzione simile a quella dei supporti.
  • Pistone: È la parte mobile dell’ammortizzatore, che si muove grazie alla circolazione del fluido che viene forzato attraverso i suoi fori, servendo nei processi di compressione ed espansione dell’ammortizzatore. Il pistone si muove all’interno del cilindro di accumulo, che contiene la maggior parte del fluido idraulico. Questo fluido passa attraverso il pistone e i suoi fori man mano che la pressione all’interno della valvola aumenta.
  • Isolante: Solitamente è in gomma e si trova tra la scocca e la sospensione, è un altro componente che contribuisce a ridurre il rumore, le vibrazioni e gli urti tra l’ammortizzatore e la struttura del veicolo.
Articolo correlato  Cos'è il blocco motore e come funziona

Che cosa tipo di ammortizzatori esistere?

Sebbene quelle tradizionali che si trovano comunemente nei veicoli siano quelle idrauliche (abbiamo spiegato sopra), ne esistono altre più sofisticate e/o per lavori con maggior carico/fatica; vedremo:

    • Ammortizzatori idraulici – Base, semplice, comune; sono descritti qui.
    • Ammortizzatori idraulici con valvole – Si chiamano così, ma sono con elettrovalvole; Sono controllati elettronicamente, garantiscono un maggiore comfort di guida e di solito dispongono di modalità (rafforzamento della strada, abbassamento dell’altezza alle alte velocità, ecc.).
    • ammortizzatori monotubo
    • Ammortizzatori a doppio tubo
    • Smorzatori di durezza regolabili – Già in disuso, ora vengono utilizzati quelli con elettrovalvola che svolgono questa funzione.
    • Ammortizzatori con regolazione in altezza – Già in disuso, iniziarono ad essere utilizzati quelli con elettrovalvola che svolgono questa funzione.
    • tamponi reologici
    • Ammortizzatori selettivi in ​​frequenza

che cosaquanto spesso cambiare gli ammortizzatori?

Tipicamente, la durata di un ammortizzatore dipende dal chilometraggio del veicolo, essendo necessario cambiarlo dopo aver percorso cinquantamila chilometrie l’antichità dello stesso ammortizzatore, consigliandone la sostituzione ogni quattro o cinque anni.

Sebbene, altri segni di usura possono essere indicazioni della necessità di sostituire un ammortizzatore: Ruote usurate o che saltano durante la marcia, scarso ammortamento della carrozzeria, perdite di olio nell’ammortizzatore, perdita di stabilità del veicolo, scarsa aderenza all’asfalto e maggiore distanza necessaria per frenata, tra gli altri.

che cosaPerché è importante la manutenzione? degli ammortizzatori?

Perché fanno parte della sicurezza attiva del veicolo; Se gli ammortizzatori non funzionano correttamente, non saranno in grado di assorbire il colpo e questo potrebbe danneggiare parti come un semiasse, rompere la barra stabilizzatrice (per colpo secco) o altre parti.

Articolo correlato  Che cos'è un alternatore e a cosa serve?

Se non parliamo di urti ma di vibrazioni, vengono tutti trasmessi direttamente al veicolo e questo può causare un’usura prematura di molte parti, può ridurre il comfort di guida, tra le altre cose.

    Trova ulteriori informazioni in questo video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto