Tipi di strumenti e le loro caratteristiche

Ciao, benvenuto nel nostro blog, nell’articolo di oggi vediamo: Tipi di strumenti e le loro caratteristiche.

In questo articolo faremo una raccolta sul Strumenti, così come la loro classificazione e usi.

Cosa sono gli strumenti e a cosa servono?

gli strumenti sono strumenti creati con la funzione di semplificare i compiti che vengono eseguiti con essi nella nostra vita quotidiana, così come quelli svolti da operatori specifici in un campo (elettricista, idraulico, carpentiere, tra gli altri).

Hanno diverse taglie, molte funzionano a forza meccanica, altre hanno potenza elettrica e offrono la possibilità di risparmiare tempo di lavoro per l’operatore.

Tipi ed esempi di strumenti

Gli strumenti possono essere classificati per il suo funzionamento o per il suo scopo. Lo scopo di questo elenco è che, quando si tratta di attrezzare la tua cassetta degli attrezzi, puoi sceglierli in base al compito che stai svolgendo e che conosci anche i vari tipi di strumenti che puoi acquisire quando svolgi altri lavori.

A seconda di come funzionano, possono essere classificati come:

  • Utensili manuali: In questo tipo di utensile, è l’operatore che esegue il lavoro manualmente, applicando la propria forza per guidare il funzionamento dell’utensile. In questo caso l’energia meccanica non è generata da una fonte esterna. Ad esempio, il seghetto o un cacciavite a mano.
  • Strumenti semiautomatici: In questo gruppo, gli strumenti hanno un movimento ripetitivo, che si ottiene attraverso un meccanismo e l’aiuto di una fonte diversa dall’operatore, come l’elettricità. Ad esempio, un seghetto alternativo esegue il movimento di taglio tramite l’elettricità, l’operatore deve solo dirigere questo taglio per mantenere il controllo dell’utensile.
  • Strumenti automatici: In questi strumenti, diversi meccanismi e circuiti funzionano tramite alimentazione elettrica, senza richiedere l’intervento dell’operatore. Ne è un esempio l’utilizzo di un CNC programmato automaticamente, di un compressore o di una pompa del vuoto che compone un impianto.

A seconda del loro scopo, i gruppi di strumenti sono suddivisi in:

  • Utensili da taglio: Sono quelli che tagliano o asportano materiale attraverso l’uso di spigoli.
    • seghe: è un tipo di utensile manuale utilizzato per tagliare il legno, ma funziona anche come sega a lama dentata.
    • Scalpello: Con questo utensile, la tacca viene realizzata colpendo la testa dell’utensile con un martello. Viene utilizzato per pietra, metalli e legno.
    • Forbici: I più comuni sono per il taglio di carta o tessuto, sebbene esistano per altre aree come il giardinaggio.
    • Cesoie: Con loro puoi fare tagli in carta, fogli di metallo, plastica e legni sottili. Esistono modelli azionati da un motore elettrico per tagli spessi.
    • Sega: Questo utensile da taglio funziona sia per il legno che per altri materiali, può essere manuale o lavorare attraverso un’altra fonte di energia. A seconda del modello e dell’utilizzo, varierà nel tipo di dentatura, che può essere nordamericana, universale o giapponese.
    • File: Con essi si genera usura e affinamento di superfici e parti in metallo, legno o plastica. Si tratta di una barra d’acciaio trattata al carbonio e temprata, che presenta su una delle facce dei suoi denti, le scanalature che lavoreranno sul materiale.
    • Svasatura: È simile a un trapano d’acciaio, la cui funzione è appianare le imperfezioni che si verificano sulla superficie dei metalli. A seconda della loro applicazione, sarà la dimensione che avranno.
    • puzzle: Chiamato anche seghetto alternativo, è un tipo di sega utilizzata per tagli arbitrari e tagli curvi su superfici come impiallacciature, melamina, legno, cartone, pelle, PVC, tra gli altri.
    • Tagliatubi: Il suo compito è tagliare tubi tondi ad angolo retto, producendo un taglio rapido e pulito molto più comodo del taglio con sega metallica.
  • Strumenti di conservazione: La sua funzione è quella di trattenere saldamente i pezzi, evitando che si muovano o cadano.
    • Viti: Possono essere da banco, a pinza o a martinetto meccanico. Con questi strumenti, le parti possono essere bloccate utilizzando una vite che ruota per esercitare pressione su una ganascia di bloccaggio. Quelli più grandi di 450 millimetri sono chiamati viti e quelli più piccoli sono chiamati sergenti.
    • Pinze/Pinzette: Questi strumenti sono multifunzionali, possono aiutarti a tenere, piegare, far cadere, tagliare, sbucciare e maneggiare tutti i tipi di oggetti. Esistono diversi tipi di pinzette: pinzette universali, a naso, pinzette Stilson, pinzette regolabili, pinzette a becchi piatti o a becchi tondi.
    • Cucitrici: Strumenti come la rivettatrice o la cucitrice vengono utilizzati per il fissaggio posizionando graffette.
  • Strumenti di misurazione: Sono gli strumenti utilizzati per misurare. A seconda del settore, sarà il tipo di strumento di misura da utilizzare. Condividono caratteristiche al momento della loro elaborazione, come la ricerca di accuratezza e precisione, la possibilità di quantificare l’errore strumentale, la risoluzione, la scala, la portata, la sensibilità e la linearità.
    • Nonio: Utilizzato per la misurazione precisa di piccoli oggetti, è un righello fisso di 12 centimetri con una precisione di 1 millimetro. In esso si muove un righello mobile.
    • Calibro: Viene utilizzato per misurare spessori, diametri interni e diametri esterni.
    • Termometro: Serve per misurare le temperature. Possono essere graduati in Celsius, Kelvin e Fahrenheit, a seconda dell’utilizzo.
    • Regole: A seconda dell’utilizzo, possono essere realizzati in diversi materiali, misure e precisione. Misurano le lunghezze.
    • metri: Possono essere in formato nastro o da tavolo, per misurare lunghezze lunghe.
  • strumenti per battere: Sono quelli che fanno un colpo diretto o che intervengono nella trasmissione di un colpo.
    • Martello: Sono utilizzati per raggiungere parti o superfici, provocando affondamenti, deformazioni o spostamenti. Di solito sono usati per inchiodare o spaccare oggetti. A seconda dell’uso, sarà il tipo di design del martello.
    • Incudine: Questo strumento è ampiamente utilizzato nel fabbro, è costituito da una massiccia struttura in metallo o pietra che viene utilizzata come supporto per forgiare l’acciaio.
    • Punteruolo: Ha una punta appuntita per praticare fori o matrici nelle superfici. A seconda dell’uso da dare, sarà il tipo di foratura che sarà necessario.
    • Driver di impatto: L’impugnatura di questo cacciavite è progettata per sopportare i colpi di un martello, dandoti più potenza e potenza durante l’avvitamento o l’allentamento.
    • Picco: Viene spesso utilizzato per rimuovere pietre o lavorare su terreni duri, è costituito da un manico di legno che sostiene una lama in acciaio, una delle estremità è appuntita e l’altra piatta con un filo tagliente.
    • Palla demolitrice: Si tratta di una pesante sfera d’acciaio, utilizzata insieme ad una gru per la demolizione di edifici.
  • Strumenti di montaggio: Sono coinvolti nell’assemblaggio di parti su superfici o strutture.
    • Cacciavite: Ha tutti i tipi, punta a stella, tipo torx, punta piatta, punta fine per l’uso in elettronica. La sua funzione è quella di serrare e allentare viti ed elementi da esse fissati. Ci sono anche cacciaviti di precisione, che sono piccoli e hanno una parte girevole piatta nell’impugnatura per un facile utilizzo con una sola mano.
    • Chiavi: Si tratta di attrezzi manuali utilizzati per serrare o allentare elementi che hanno viti o dadi a testa, solitamente esagonali. A seconda del tipo di utilizzo si possono utilizzare chiavi spagnole, miste, a tubo, inglesi, francesi, regolabili, di Stillson, a croce o a brugola.
  • Strumenti di unione: Sono loro che intervengono nell’unione delle parti.
    • Torcia: Questo strumento utilizza la combustione per generare una fiamma e applicare calore, è utilizzato principalmente nella metallurgia. Utilizza miscele di gas combustibili insieme a un ossidante, solitamente ossigeno, per la combustione.
    • applicatori di silicone: Con questo strumento, puoi applicare il silicone in modo ordinato ed efficace. E’ costituito da un tubo con stantuffo, all’interno del quale viene posta la colla che, tramite la pressione dell’operatore, fuoriesce progressivamente dall’applicatore.
    • Saldatore: è il classico saldatore elettricoconverte l’energia elettrica in calore e viene utilizzato per piccole saldature, solitamente in elettricità ed elettronica, insieme allo stagno, che è il materiale che viene fuso nel saldare.
  • Macchina utensile: Questo gruppo include strumenti automatici e semiautomatici che si basano parzialmente o completamente su una fonte di energia diversa dal movimento o dall’attivazione umana. Sono generalmente utilizzati per fondere parti composite in metallo solido. All’interno di questo gruppo sono divisi in strumenti di rettifica (lavorare macinando e rimuovendo i trucioli), presse (stampano per pressatura e taglio) e speciali (quelli che utilizzano altre tecniche per modellare il pezzo, come laser o ultrasuoni).
    • Biglietteria: Funziona secondo il principio dell’asportazione di materiale mediante sgrossatura. Insieme a un trapano, possono fare buchi. Esistono torni paralleli, a controllo numerico, a camme oa torretta.
    • Bastone: Questo strumento viene utilizzato per realizzare fori e perforazioni in materiali duri. Per questo viene utilizzato un trapano, che è quello che riceve una rotazione costante dal motore e penetra nel materiale. A seconda del tipo di superficie da lavorare, sarà il modello di trapano.
    • fresatrice: Con questo utensile si ottengono superfici lisce e, a seconda del lavoro desiderato, si utilizza un certo tipo di fresa.
    • lucidatore: Per mezzo di un disco abrasivo, la lucidatrice asporta il materiale dal pezzo, serve per ottenere finiture precise.
    • modellatore: Detta anche profilatrice, serve per ottenere superfici lisce mediante un bilanciamento generato dalla macchina e diretto verso la lama.
Articolo correlato  Quali sono i tipi di seghe e a cosa servono?

    Guarda il seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto