Cos’è la tenacia e a cosa serve

Bene, siamo lieti di vederti qui, nell’articolo troverai: Cos’è la tenacia e a cosa serve.

La capacità dei materiali di assorbire grandi quantità di energia di deformazione prima di rompersi è chiamata “durezza”. Ad esempio, quei minerali che sono più resistenti alla distruzione sono chiamati tenaci.

Il grado di coesione tra le molecole di un materiale ne determina la tenacità. Occorre però non confondere la tenacità con la resistenza meccanica del materiale o con la sua elasticità o fragilità, in quanto i materiali tenaci tendono a deformarsi prima di rompersi, soprattutto se sottoposti a sollecitazioni di trazione.

Curiosità sulla tenacia

Questa proprietà dei materiali è ciò che ha portato all’uso della parola tenacia o dell’aggettivo tenace per riferirsi a persone perseveranti e ostinate che non rinunciano agli obiettivi proposti. Metaforicamente, le persone tenaci sono costanti e impegnate a perseguire un determinato obiettivo. Allo stesso modo, i metalli forti tengono insieme anche di fronte a una forza che dovrebbe romperli.

Esempi di materiali resistenti

I materiali includono la maggior parte dei metalli, materiali polimerici (come legno e plastica), calcare, granito e cemento.

Altre proprietà simili alla tenacità dei materiali

Come accennato in precedenza, i materiali tenaci hanno spesso altre proprietà più o meno correlate a questa resistenza alla rottura. Questi sono:

  • Durezza: È la capacità di un materiale di resistere a modifiche superficiali, come graffi, tagli o penetrazioni, senza deformarsi.
  • Fragilità: È la facilità con cui i materiali si rompono o si scheggiano se sottoposti a una forza deformante. I materiali fragili sono duri e non si deformano, si rompono direttamente.
  • Elasticità: Si parla di materiali elastici quando, invece di rompersi o resistere, possono tornare alla loro forma iniziale dopo aver ricevuto una forza di deformazione.
  • Permeabilità: Esistono materiali che permettono il passaggio dei liquidi da soli grazie alla loro porosità: maggiore è la porosità, maggiore è la permeabilità.
  • Duttilità: È la capacità di alcuni materiali che, quando vengono stirati dalle forze di trazione, invece di rompersi, diventano fili sempre più sottili dello stesso materiale.
  • Malleabilità: È la capacità che consente di laminare determinati materiali: ciò significa che possono essere formati in fogli sottili senza rompersi.
Articolo correlato  Cos'è la meccanica fluida e a cosa serve

    Altre informazioni nel seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto