Cos’è la lega e a cosa serve

In questa sezione del nostro blog ProgettoSani ti portiamo informazioni su: Cos’è la lega e a cosa serve.

Una lega è l’unione di due o più elementi per formare un nuovo materiale che contiene le proprietà dei suoi componenti. Questa combinazione deve essere composta da almeno un metallo per essere chiamata lega.

Le leghe sono miscele omogenee perché la loro combinazione non ha legami tra i loro atomi o cambia la composizione delle loro molecole. Perché ci sia una lega, è necessario mescolare un metallo di base, che di solito è il nome della lega e uno o più elementi della lega.

tipi di leghe

A seconda della loro costituzione, le leghe possono essere suddivise in:

  • campionato binario: Formato da un metallo di base e un elemento legante.
  • Lega ternaria: Formato da un metallo di base e due elementi leganti.

In base alla disposizione dei loro elementi di lega, possono essere suddivisi in:

  • Lega per sostituzione: Quando le dimensioni degli atomi nei due (o più) elementi sono simili, gli atomi dell’elemento o degli elementi leganti sostituiscono gli atomi del metallo di base.
  • Campionato misto: Si verificano sia l’alligazione interstiziale che la sostituzione.
  • lega interstiziale: Gli atomi del/degli elemento/i legante/i sono più piccoli di quelli del metallo base, motivo per cui si trovano negli interstizi lasciati liberi dagli atomi del metallo base.

Le leghe sono solo con i metalli?

Come abbiamo detto prima, per ottenere una lega è necessario avere almeno un elemento metallico, chiamato metallo di base, per unire altri elementi di lega e ottenere così le proprietà necessarie.

proprietà della lega

La formazione delle leghe è appunto per migliorare le proprietà di materiali ed elementi. Ogni elemento metallico di base ha alcune proprietà utili, come la resistenza alla temperatura e la conduttività elettrica, ed è combinato con un altro elemento che ha proprietà proprie per creare materiali utili necessari per diversi processi.

Articolo correlato  Cos'è il marmo e a cosa serve

Naturalmente, le proprietà che avrà un campionato sono un po’ difficili da sapere in anticipo. Non è un’operazione matematica, ma richiede molto tempo investito nella ricerca, oltre a diversi test, per arrivare a leghe con le proprietà esatte che conosciamo.

esempi di leghe

Sono molti i materiali che nascono dall’unione di vari elementi e con i quali entriamo in contatto nella nostra quotidianità, oltre a quelli che vengono lavorati a livello industriale. Alcuni esempi sono:

  • Amalgami: Leghe di mercurio con altri metalli.
  • Acciaio inossidabile: È una lega di acciaio con nichel, cromo e altri elementi per aumentare la resistenza alla corrosione.
  • Oro bianco: Lega di un metallo bianco, argento, nichel o paladino, con oro.
  • Lattina: Lega di stagno e rame, piombo e antimonio.
  • Acciaio: Una lega di ferro e carbonio, solitamente accompagnata da piccole quantità di altri elementi.
  • Ottone: Lega di zinco e rame.
  • Bronzo: Lega di rame e stagno.
  • Oro 18 carati: Lega al 75% di oro e zinco, nichel e rame.
  • Argento sterling: Lega d’argento con rame.
  • Cuproalluminio: È una lega di alluminio e rame.
  • Alpaca: Lega di rame, nichel e zinco.
  • Cupronichel: È una lega di nichel e rame, in proporzioni diverse.

    Altre informazioni nel seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto