Come funziona un iniettore

In questa sezione del nostro blog ProgettoSani ti portiamo informazioni su: Come funziona un iniettore.

Il iniettore è uno dei componenti sistema di iniezione di un motore. Ciò consente di introdurre il carburante nel motore in momenti precisi e nella giusta quantità. Un meccanismo con tale responsabilità deve essere opportunamente regolato e calibrato. Dall’inizio alla fine, l’iniezione deve essere ben definita, senza far gocciolare il carburante in seguito.

Cos’è un iniettore (motore)?

Un iniettore motore è uno degli elementi che compongono il sistema di iniezione nei motori.. Si trovano sulla testata o sulla testata del cilindro e sono costituiti da due parti: Corpo e spillo, che contengono rientranze che consentono un trasferimento di calore più efficiente con il carburante.

Sono parti di alta precisione. realizzato in acciaio di altissima qualità e che hanno subito un meticoloso aggiustamento. Gli iniettori non possono essere sostituiti separatamente, ma insieme.

È importante mantenere l’ugello o l’ugello ad una temperatura inferiore a quella del combustibile decomposto, evitando così l’accumulo di carbonio nei fori. La punta avrà spesso un rivestimento che conduce il refrigerante verso la testa per raffreddare efficacemente quest’area.

A cosa serve l’iniettore (motore)?

La funzione dell’iniettore nel motore è introdurre una determinata quantità di combustibile nella camera di combustione, in modo polverizzato. Inoltre distribuisce il carburante in modo omogeneo nell’aria contenuta nella camera.

Come funziona l’iniettore (motore)?

In primo luogo, il il carburante proveniente dalla pompa alimenta l’iniettore al suo ingresso. Questo va allo spillo in basso, passando attraverso condotti forati situati nel corpo dell’iniettore.

L’ago ostruisce l’uscita quando viene spinto attraverso un’asta per effetto di una molla. Pertanto, il carburante non sarà in grado di accedere all’interno della camera di combustione.

Articolo correlato  Che cos'è una candela di accensione e a cosa serve?

Come funziona un iniettore

Quando la pressione di ingresso del carburante aumenta sufficientemente a causa dell’azione del pompa d’iniezione, l’asta attiva la molla dell’ago. Allo stesso tempo, la forza di spruzzatura viene regolata tramite il dado collegato a questa stessa asta. Il carburante inizia a circolare dall’ingresso fino a raggiungere il condotto forato situato nel portaugello.

Il valvola a spillo, fissato all’estremità del puntale, impedisce al fluido di passare attraverso i fori quando è in pressione attraverso i condotti dell’iniettore. La lancetta si alza quando è necessario introdurre il combustibile polverizzato nella camera di combustione. In questo processo, una piccola quantità di carburante viene rilasciata verso l’alto, lubrificando l’ago, l’ugello e tutti gli altri componenti.

Tipi di iniettori (motore)

In base al funzionamento degli iniettori si possono classificare in due tipologie:

  1. iniettore meccanico: Erano caratteristici di motori diesel fino all’implementazione dei sistemi di iniezione common-rail. Il suo meccanismo è dato da un sistema di alimentazione che controlla la quantità e il momento in cui il carburante viene spruzzato meccanicamente. Sono stati anche utilizzati per la prima volta nel motori che utilizzano benzina.
  2. iniettore elettronico: Sono i più utilizzati nei motori Benzina. Hanno molti sensori che inviano le informazioni a un’unità di controllo, che determina quando e quanto carburante deve essere aggiunto. Sono azionati dalla centralina e si chiudono per recupero della molla interna o di una molla. Oggi sono utilizzati anche nei motori. diesel con un gran numero di iniezioni in ciascuno dei cicli.

Manutenzione iniettori (motore)

Il carburante passa continuamente attraverso gli iniettori, quindi sono esposti ai residui accumulati nel serbatoio di deposito. Senza poterlo evitare, queste impurità passeranno in misura minore o maggiore nel pompa di benzina attaccato agli iniettori.

Articolo correlato  Come funziona un magnete e a cosa serve

Abusare della riserva, utilizzare filtri di scarsa qualità o non sostituirli regolarmente sono gli ingredienti perfetti per il deterioramento prematuro dei tuoi iniettori. Il danno al sistema di iniezione si traduce in un guasto al motore. Anche una piccola quantità di sporco sull’iniettore può causare scatti nell’acceleratore o nell’acceleratore.

Tipi di pulizia degli iniettori

  • Il pulizia con additivi è quello che prevede l’aggiunta di liquidi speciali all’iniettore per sbloccarli. È il metodo più economico sul mercato, ma non è consigliato dai produttori perché queste sostanze possono deteriorare questo pezzo più velocemente.
  • Un altro tipo di pulizia è spazzato, che consiste nel mettere un laghetto con liquido detergente nell’auto. Una volta innestato, il motore si accende in modo che la soluzione circoli attraverso la griglia del carburante fino all’esaurimento del liquido detergente. Questo fluido è molto forte e deve essere diluito bene per una corretta pulizia.
  • finalmente c’è il pulizia ad ultrasuoni. Questo meccanismo consiste nel rimuovere gli iniettori ed esporli a un banco prova per lavarli. Vengono misurate anche altre caratteristiche come la tenuta, la resistenza, la portata e il ventaglio di spruzzatura. Questo è il metodo migliore e corregge tutti i difetti individualmente.

    Altre informazioni nel seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto