Tipi di pinzette e per cosa vengono utilizzati

Nel nostro post del blog www.progettosani.it vediamo: Tipi di pinzette e per cosa vengono utilizzati.

In questo articolo vedremo la classificazione delle pinzette e le loro principali caratteristiche.

concetto di pinzette

Il morsetto è un strumento utilizzato per la compressione, la torsione o il fissaggio di parti. Consiste di due pezzi di un certo materiale, uniti da una leva o molla ad un’estremità. L’operatore esegue la pressione di lavoro con la mano, all’altra estremità della pinza, che di solito è coperta materiali non conduttivi e che garantiscano il corretto fissaggio della cuffia (plastiche, siliconi, ecc.).

La maggior parte delle pinze è realizzata in acciaio legato ad alte prestazioni e le impugnature sono rivestite con una guaina in polipropilene non isolante, ad eccezione delle impugnature isolate utilizzate per lavori elettrici. In questo caso, il rivestimento è tipo di protezionesecondo le norme nazionali di unificazione, e sono costruite in acciaio inox.

tipi di morsetti

  1. pinzette: Sono generalmente utilizzati per contenere oggetti come viti, fili, chiodi, nonché per estrarli per la rimozione o il taglio.
    • di carpentiere: Hanno ganasce metalliche molto robuste. I suoi bordi sono smussati, larghi per trattenere le unghie senza tagliarle. Il suo uso generale è questo: per afferrare le unghie, oltre che per estrarle. La stessa funzione si applica alle graffette per legno. La sua lunghezza complessiva è di 30 centimetri.
    • I proprietari: Hanno mascelle più affilate di quelle di un falegname, la loro testa è quasi piatta e di piccole dimensioni, ideali per tagliare vicino alle superfici senza affondare in esse e deformarle. Il suo utilizzo è per il taglio di materiali come molle, chiodi, rivetti e viti.
  2. pinzette:
    • Universale o combinato: Questo strumento è il più utilizzato, esiste in vari design con varie caratteristiche. La funzione di questo morsetto è molteplice, combinando taglienti con ganasce di serraggio. Le loro mascelle sono seghettate, quindi offrono attrito durante la presa. Viene utilizzato per trattenere, comprimere, raddrizzare, torcere, piegare, tagliare o rimuovere parti o materiali come graffette, chiodi, materiali cilindrici, catene, tra gli altri.
    • Regolabile in due posizioni / Incernierato: Se devi manovrare oggetti più grandi, questa pinza è quella giusta. Sono disponibili in varie dimensioni e le loro ganasce dentate possono essere posizionate in due diverse posizioni a seconda della larghezza dell’oggetto da afferrare. Ha anche un tagliente, riservato solo a filo morbido e chiodi. Si sconsiglia di tagliare materiali più duri in quanto le ganasce possono allentarsi e rendere inutilizzabile la pinza.
    • becco di pappagallo: Sono incernierate regolabili, ma il loro scopo è più specifico: non servono per il taglio, ma forniscono un forte sostegno, con uguale resistenza nei processi di schiacciamento e torsione. Il suo utilizzo è principalmente in idraulica, oggetti cilindrici, dadi, oggetti piatti, parti meccaniche e viti. Alcuni modelli hanno oltre 20 diverse posizioni di regolazione.
    • spelafili: Questo morsetto è utilizzato principalmente dagli elettricisti. Come suggerisce il nome, questi strumenti bloccano le plastiche che ricoprono i cavi senza danneggiare il filamento o i metalli che compongono il cavo stesso. Possono essere con tacche predeterminate, regolabili o automatiche.
    • Depressione: Questi morsetti utilizzano la pressione per fornire pressione di serraggio, ad esempio in processi come la saldatura, per generare accessibilità nella riparazione di una parte o installazione. Possono essere con ganasce a C, con ganasce dritte, a pressione multiuso o con ganasce curve e taglienti.
  3. Pinze:
Articolo correlato  Che cos'è e a cosa serve una chiave stillson?

    Non perdetevi il seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto