Cos’è lo zinco e quali sono le sue caratteristiche

In questa sezione del nostro blog ProgettoSani ti portiamo informazioni su: Cos’è lo zinco e quali sono le sue caratteristiche.

In questo articolo parleremo di zinco, la sua scoperta, usi, applicazioni e proprietà.

cos’è lo zinco

Il zinco o zinco è un elemento appartenente a metalli di transizione sulla tavola periodica, essendo nel gruppo 12, con numero atomico 30 e il suo simbolo è Zn. Questo simbolo deriva dal tedesco: zinken significa denti o becchi, alludendo ai bordi affilati e appuntiti della calamina, un minerale che contiene zinco in abbondanza.

Scoperta dello zinco

L’uso dello zinco, ancor prima che si conoscessero gran parte delle sue proprietà, risale a tempi antichissimi: sono stati ritrovati oggetti in ottone e nell’antica Roma si otteneva riscaldando un crogiolo di calamina con del rame (detto aurichalcum).

Questo elemento è stato spesso confuso con il bismuto, ma fu nel XVI secolo che si cominciò a studiare lo zinco come elemento metallico con proprietà caratteristiche. Negli anni 1742 e 1746 fu isolato per la prima volta da Anton Von Swab e Andreas Marggraf. Tali coibentazioni sono state realizzate riscaldando calamina.

Proprietà e caratteristiche dello zinco

  • È un metallo altamente reattivo, ha quattro stati metastabili, oltre a isotopi radioattivi.
  • Lo zinco è un metallo di di colore argenteo o grigiastro, è malleabile, duttile e di moderata durezza, quindi può essere facilmente allungato o arrotolato.
  • È simile al magnesio e al cadmio, elevata attività chimica.
  • È un ottimo conduttore di calore oltre che di elettricità. Se riscaldato a 0,91 K, diventa un superconduttore elettrico.
  • Non è ferromagnetico. I suoi punti di fusione e di ebollizione sono rispettivamente 419,5 e 907 ° C. I suoi composti sono bivalenti, formando cationi con una carica elettrica positiva dell’ordine di +2. È solubile in acidi così come in soluzioni fortemente alcaline, nelle quali forma tetraidrossizincati.
  • La sua densità è 7,13, maggiore di quella dell’acqua.
  • A contatto con l’aria, Lo zinco si ossida rapidamente.
  • è poco carburante davanti a una fonte di accensione produce una fiamma blu-verde e rilascia ossido di zinco sotto forma di fumo.
Articolo correlato  Cosa è acrilico e a cosa serve

Ottenere zinco

Lo zinco si trova normalmente in natura come solfuro di zinco, all’interno di minerali come calamina, splendore, sfalerite o franklinite. È molto abbondante nella crosta terrestre.

Per ottenere questo metallo Questi minerali devono essere estratti e trattati per separarli dal resto, Questo può essere fatto in due modi

  • A secco: In questo processo, il minerale viene arrostito. In questo modo i solfuri si trasformano in ossidi, che vengono ridotti con il carbonio fino a raggiungere lo zinco. Questo metodo è ideale quando si estraggono minerali ricchi di ferro.
  • Per via umida: In questo caso anche i minerali vengono arrostiti, ma vengono poi trattati con acido solforico diluito per ottenere liscivie separabili in fase. Il solfato di zinco risultante da questo processo viene trattato per elettrolisi con piombo e alluminio. In questo modo vengono generate lastre di zinco puro su alluminio.

Forme di zinco

  • Nell’industria farmaceutica è usato come a integratore alimentare o componente farmacologico.
  • Viene utilizzato nella produzione di batterie per computer, capsule spaziali e missili.
  • ferro zincato per fornire protezione contro la corrosione.
  • viene aggiunto come additivo nella metallurgia dei metalli preziosi e per togliere l’argento dal piombo.
  • fogli di copertina, così come per altre applicazioni nel settore edile.
  • Produzione di ottone e oggetti da esso derivati: Orologi, contenitori, elementi decorativi.
  • È usato come polvere da fare smalti e vernici.

tossicità dello zinco

Questo metallo non è tossico, fa parte dei requisiti del corpo umano per il suo corretto funzionamento. Tuttavia, in eccesso può causare problemi di salute e i suoi composti (ossidi e solfuri) hanno un certo grado di tossicità. Vale anche la pena ricordare che il rilascio di particelle di questo metallo può interferire con i campi elettromagnetici, che possono causare danni alle apparecchiature elettroniche.

Cos'è lo zinco e quali sono le sue caratteristiche

    Altre informazioni nel seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Scroll to Top