Cos’è il mining di criptovaluta e a cosa serve

Come stai, oggi nel nostro post del blog vediamo: Cos’è il mining di criptovaluta e a cosa serve.

È sempre più comune sentir parlare di criptovalute, sia come metodo di risparmio o anche come modo per generare reddito attraverso il mining. Ma come funziona effettivamente il mining di criptovalute e cosa serve per avviare il mining? In questo momento, ti abbiamo detto tutto ciò che devi sapere sul mining di criptovalute.

Per capire cos’è il mining, è importante sapere esattamente cosa sono le criptovalute. Si tratta di una tipologia di asset digitale non regolamentato da alcun ente governativo o banca, il cui valore è determinato principalmente dalla fiducia e dall’interesse di chi effettua transazioni utilizzando la valuta in questione.

Ma poiché non esiste un organismo di regolamentazione, ogni criptovaluta dipende da un sistema di crittografia noto come Blockchain o blockchain, in modo che le transazioni siano sicure. Una Blockchain funziona come un libro contabile in cui viene registrata ciascuna delle transazioni di una valuta, senza specificare i dati personali dell’acquirente o del venditore, ed è completamente pubblico in modo che chiunque possa esaminarlo.

Il mining di criptovalute è proprio la procedura utilizzata per registrare queste transazioni sulla blockchain, motivo per cui è un’attività essenziale affinché questo tipo di asset esista così come lo conosciamo.

Qual è il processo per estrarre le criptovalute?

Ogni criptovaluta può utilizzare un sistema di mining diverso, poiché ha il proprio algoritmo, sebbene funzionino tutte sostanzialmente allo stesso modo. A seconda della valuta e del software con cui funziona, ogni volta che viene pubblicato un puzzle matematico, chi riuscirà a risolvere il puzzle per primo sarà colui che registrerà la transazione sulla blockchain. Chiunque riesca a registrare una transazione riceverà una ricompensa nella stessa valuta che sta estraendo.

Articolo correlato  Cos'è la combustione e a cosa serve

Riuscire a registrare le transazioni sulla blockchain richiede un’enorme quantità di potenza di calcolo, nota anche come hashing; per estrarre monete come Ethereum o Binance Coin viene utilizzata una GPU e per Bitcoin un’apparecchiatura specializzata chiamata ASIC. Chi ha più hash sarà più propenso a registrare una transazione e mantenere la ricompensa; questo è il motivo per cui le mining farm sono così comuni in tutto il mondo.

Per un miner con attrezzature fatte in casa, registrare un blocco sulla Blockchain è praticamente impossibile; Per questi casi, l’opzione migliore è entrare a far parte di un mining pool, che non è altro che un gruppo di minatori che uniscono i loro team per ottenere una grande quantità di hash e avere così maggiori possibilità di risolvere il puzzle e registrare la transazione.
La ricompensa ottenuta viene suddivisa tra i partecipanti in base al potere che ciascuno ha contribuito. Questo varia in base alla valuta, ad esempio Bitcoin attualmente assegna 6,27 bitcoin per blocco registrato.

Cosa è necessario per estrarre le criptovalute?

Come accennato in precedenza, il mining di criptovalute richiede attrezzature specializzate, note come mining ring, che generano una discreta quantità di potenza di calcolo. La GPU o Graphics Processing Unit è il tipo di anello di mining più utilizzato da chi fa mining su piccola e media scala.

Questo consiste fondamentalmente in un insieme di schede grafiche unite a una buona CPU. Il vantaggio di questo tipo di anello è che può essere utilizzato per minare diverse monete semplicemente cambiando il software di mining; Inoltre, è possibile ottenere maggiore potenza aggiungendo più schede grafiche.

Articolo correlato  Cos'è la geofisica e a cosa serve

Per minare Bitcoin è necessario disporre di un dispositivo chiamato ASIC, questo è più costoso delle GPU e serve solo per minare Bitcoin. Per questi motivi è più utilizzato da coloro che estraggono su scala più ampia.

Poiché queste apparecchiature devono essere collegate 24 ore su 24, devono disporre anche di una rete elettrica molto stabile, di un buon impianto di climatizzazione e, preferibilmente, devono essere installate in una stanza separata dal resto delle attività domestiche per evitare danni. in modo che il suono prodotto dall’anello non disturbi. È inoltre essenziale disporre di competenze informatiche per mantenere le apparecchiature in buone condizioni e recuperare l’investimento effettuato.

    Altre informazioni nel seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto