Cos’è il collegamento covalente e a cosa serve

Nel nostro post del blog www.progettosani.it vediamo: Cos’è il collegamento covalente e a cosa serve.

è chiamato legame covalente il tipo di legame chimico che si verifica quando due atomi sono legati insieme per formare una molecola. Questo collegamento te lo consente condividono gli elettroni nel loro guscio di valenza raggiungendo il regola dell’ottettopostulato da Gilbert Newton-Lewis, Si riferisce alla stabilità degli atomi.

regola dell’ottetto

Questa regola, scoperta dal chimico fisico Gilbert Newton Lewis nel 1916, descrive la tendenza che si può osservare in alcuni elementi della tavola periodica quando raggiungono una configurazione stabile. Ad esempio, gli atomi più stabili che compongono la tavola periodica hanno otto elettroni nel loro guscio di valenza, come il neon (Ne) o l’argon (Ar).

Per raggiungere la stabilità dei gas nobili, altri atomi reagiscono con più atomi per poter condividere gli elettroni e raggiungere così gli otto richiesti per detta stabilità.

La regola dell’ottetto è molto importante per conoscere e scoprire il struttura degli atomi ed essere in grado di prevedere come si comporteranno quando interagiranno con altri elementi. Questa regola ha eccezioni, perché non si riempie di molecole di Boro (B) e Berillio (Be).

Tipi di legami covalenti

Per classificare i diversi tipi di legami covalenti, è necessario tenerne conto l’elettronegatività degli atomi che compongono il collegamento; così come il numero di elettroni condivisi tra loro.

legame covalente polare

Succede quando una molecola è composta da più di un atomo. La polarità si verifica quando un atomo attrae gli elettroni con maggiore intensità, generandone una maggiore concentrazione all’interno della molecola.

Articolo correlato  Come funziona l'elettromagnetismo

All’interno della stessa molecola, gli elettroni parzialmente caricati negativamente coesistono con quelli parzialmente caricati positivamente. Questo è il motivo per cui questo legame è chiamato polare, a causa della polarizzazione che si trova tra i suoi elettroni.

Cos'è il collegamento covalente e a cosa serve

legame covalente non polare

Questo tipo di legame si verifica quando vengono scambiate coppie di elettroni che hanno una carica negativa simile o uguale. Ciò consente una distribuzione uniforme degli elettroni.

legame covalente coordinato

Questo legame covalente è chiamato coordinata -o. dativo– perché solo uno degli atomi che compongono il legame contribuisce con i suoi elettroni.

doppio legame covalente

Si verifica quando due coppie di elettroni sono condivise tra due atomi diversi, dando un risultato totale di quattro elettroni condivisi.

singolo legame covalente

Perché questo legame avvenga, ogni atomo condivide un elettrone per completare la coppia di elettroni richiesta.

triplo legame covalente

In questo tipo di legame vengono condivise tre coppie di elettroni, cioè sei elettroni, per creare un triplo legame.

Caratteristiche dei legami covalenti

È importante sapere che:

  1. legami covalenti Possono formarsi solo tra elementi non metallici.
  2. I legami covalenti sono molto più stabili quando sono apolari. cioè quando la presenza di elettronegatività negli atomi è simile tra loro.
  3. Per condividere gli elettroni, dovrebbe sempre essere eseguito su collegamenti pari, se singola, doppia o tripla.

    Trova ulteriori informazioni in questo video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto