Come funziona un amplificatore

Bene, siamo lieti di vederti qui, nell’articolo troverai: Come funziona un amplificatore.

In generale, A amplificatore è un elemento con un circuito elettronico che può aumentare l’intensità la tensione, la corrente o la potenza di un segnale applicato al suo ingresso; successivamente, il segnale ricevuto viene amplificato in uscita.

Per aumentare la potenza è necessario ottenere l’energia da un alimentatore esterno, quindi a amplificatore Può essere considerato un modulatore di uscita dell’alimentatore.

Cos’è un amplificatore audio

Nel campo del suono, il amplificatore È un dispositivo noto anche come amplificatore di potenza, stadio di guadagno o stadio di uscita. Sono elementi elettronici che vengono utilizzati nelle riproduzioni sonore e su cui si basano amplificare il segnale di uscita esercitando il proprio stress sulla tensione che porta il segnale in ingresso.

La relazione tra l’in-grado e l’out-grado è nota come guadagno; gli amplificatori sono elementi importanti nei sistemi di diffusione sonora, in quanto in loro assenza sarebbe impossibile ascoltare i dispositivi multimediali.

A cosa serve un amplificatore?

Poiché il compito di un amplificatore è prendere una tensione debole (o “naturale”) dai segnali audio e amplificarla, viene utilizzato per tutti i tipi di apparecchiature musicali, strumenti, microfoni e molto altro.

Se prendiamo l’esempio di una chitarra elettrica, non dimentichiamo che funzionano con i pickup (microfoni per catturare il suono delle corde) quindi abbiamo bisogno di un amplificatore per emettere il suono catturato. In uno spettacolo il musicista suona la sua chitarra, i pickup catturano il suono e l’amplificatore lo fa raggiungere a migliaia di persone.

Gli amplificatori sono generalmente indicati come di natura esterna, poiché quasi tutte le apparecchiature multimediali dispongono di amplificatori o stadi di uscita incorporati.

Articolo correlato  Che cos'è un filo a piombo da costruzione e a cosa serve?

Come funziona un amplificatore

funzionamento dell’amplificatore

Gli elementi sonori funzionano sostanzialmente allo stesso modo. Il amplificatore riconoscere il suono come variazioni di correnti elettriche. La riproduzione del suono che coinvolge un amplificatore funziona come segue:

  • Le vibrazioni delle onde sonore muovono il diaframma del microfono. Il microfono traduce il momento in un segnale elettrico.
  • Il segnale elettrico varia per rappresentare i cambiamenti nelle onde sonore e nella compressione.
  • Un dispositivo quindi codifica il segnale elettrico come una forma schematica.
  • Un giocatore quindi reinterpreta lo schema come un segnale elettrico e utilizza l’elettricità per spostare il cono dell’altoparlante (amplificatore) avanti e indietro. Questo processo ricrea i cambiamenti nella pressione dell’aria rilevati dal microfono.

parti dell’amplificatore del suono

  • altoparlante waffle – È il cappuccio metallico o plastico che contiene il magnete permanente cilindrico. Intorno e concentricamente c’è una bobina attaccata a una membrana di cartone o plastica speciale.
  • Diaframma – Questo trasforma l’energia in pressione utilizzabile. Il cono è grande se l’altoparlante irradia basse frequenze e può irradiare abbastanza potenza.
  • bobina mobile – È costituito da bobine rivestite di alluminio o rame, poste su un cavallo attaccato al diaframma.
  • vuoto d’aria – Il flusso magnetico generato dal magnete è concentrato nel traferro. È stretto e lungo, quindi consente una lunga lunghezza della bobina.
  • Magnetico – Un potente magnete è il nucleo del cono. Più grande è il magnete, minore è l’energia elettrica necessaria per produrre lo stesso volume.
    • NOTA: nei modelli moderni viene utilizzato un elettromagnete per una maggiore precisione.
  • Sospensione – La sospensione limita lo spostamento del diaframma, impedendo alla batteria di uscire dal traferro e impedendole di sfregare contro le pareti.
Articolo correlato  Come funziona un microfono

Cosa succede all’interno dell’amplificatore del suono

  • Quando si applica alla bobina il segnale elettrico proveniente da alcune apparecchiature, si forma un campo magnetico che cambia a seconda del segnale.
  • Nello spazio del magnete c’è una bobina cilindrica di filo attaccata al diaframma.
  • La bobina produce corrente elettrica che genera un campo magnetico che, a sua volta, interagisce con il campo del magnete, facendo vibrare la membrana.
  • Quando la membrana vibra, l’aria davanti ad essa si muove provocando vibrazioni di pressione, ovvero ciò che le orecchie percepiscono: onde sonore.
  • A seconda delle variazioni della tensione di ingresso, il cono vibrerà e causerà i conseguenti disturbi nell’aria.

È necessario acquistare un ENORME amplificatore per chitarra per suonare bene?

Risposta rapida: Non è necessario, ci sono molti piccoli prodotti (circa 200 USD) che possono offrirci un suono eccellente, senza dover ricorrere a grandi amplificatori (di dimensioni e prezzo [+500 USD]).

Comunque vi lascio con mora rotolantegià chitarrista 10 anni e grande conoscitore di varie marche/modelli di amplificatori:

Bibliografia

    Guarda il seguente video:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto